Friday, December 15, 2006

Piccole e grandi bugie

salve,
questa sera sul tg2 abbiamo assistito al lancio
pubblicitario della nuova Sas-squadra anti sette.
Il rappresentante della polizia ha elencato vari casi
di sette, il suo riferimento principale erano i
presunti gruppi "satanici". Forse per spaventare un
pò, ha citato un caso di setta del 1988.
A quale gruppo si riferiva?
si riferiva al "gruppo del rosario": un gruppo
cristiano. riporto il merito una notizia:
<<
L'osservazione è avvenuta in un momento cruciale della
vicenda, a poco più di un anno da quel 24 Maggio 1988,
in cui il Gruppo di preghiera del Rosario aveva atteso
l'avverarsi della profezia del ritorno del Cristo
(insieme allo zio Antonio risorto). In una sequenza di
avvenimenti drammatici trovò invece la morte un cugino
della Naccarato, già consacrato, ritenuto traditore e
apostata.
...
Già molti anni prima degli avvenimenti che andremo ad
esaminare aveva ricevuto delle visioni di Gesù e della
Madonna.
...
Lidia e lo zio hanno delle visioni, spesso mentre si
trovano insieme. Altre volte il fenomeno viene
esperito solo da uno dei due. Lidia ricorda la visione
di Gesù, con un vestito rosso, o della Madonna con una
veste azzurra.
...
Da un primo messaggio deriva la nomina di 12 "apostoli
della vita", che hanno il compito di diffondere la
parola di Dio.
...
Il parroco di S. Pietro in Amantea ha dichiarato:
"Fino alla morte di Naccarato Antonio il gruppo di S.
Pietro frequentava la mia chiesa oltre le chiese
viciniori senza dare adito a sbandamenti teologici;
..."
...
Le riunioni del "gruppo di preghiera" prevedono la
lettura di testi sacri, come la Bibbia e del già
citato "Il poema dell'Uomo Dio" della Valtorta.
...
>>
dal sito:
http://www.ex-cult.org/Groups/Landmark/landmark-cherries.dir/psichiatria/lidia.html

sembre dal medesimo sito apprendiamo
che l'omicidio riportato dal capo della sas derivava
dalla visione cristiana:
<<la vera chiave interpretativa dell'uccisione. "Non
c'era scelta: dovevamo sopprimere una creatura ormai
invasata da Satana">>.
il testo riporta un ulteriore trascrizione delle
profezie ricevute. profezie che portarno all'uccisione
di uno degli adepti a questo gruppo:
<<
"Cari figli miei come potevo venire se Giuda è ancora
legato come se fosse impiccato deve essere morto e
dovete far presto che dovete ammazzarlo tutti..."
>>
questo gruppo è un gruppo cristiano, strano che non si
sia usato anche il caso di Polistena dove un gruppo di
cristiani, durante un esorcismo, uccisero una bambina.
Non meravigliamoci di questi inganni.
Tutti i monoteisti sono pronti ad ogni menzogna pur di
imporre il loro inventato Dio.
Nella passata legislatura venne presentaro un disegno
di legge contro l'esoterismo, nella relazione di
accompagnamento della legge si inserì anche un gruppo
cristiano. L'avvocato di questo gruppo scrisse al
relatore per ricodargli che il loro gruppo era
riconosciuto dalla chiesa cattolica. il deputato si
scusò e disse che avrebbe modificato la relazione.
cosa sarebbe stato se quella legge fosse passata con
l'utilizzo di una notizia falsa?
a cosa serve il sas quando un suo rappresentante è
così poco preciso?.
il pericolo non è un inesistente "satanismo", ma il
"satanismo inventato da Don Benzi e soci.
saluti.
francesco scanagatta

Il passato di certi preti...

salve,
questa sera in una rubrica del tg c'è stato
l'intervento di don Aldo Bonaiuto.
Dal Tg2 abbiamo appreso che questo prete è il
collaboratore della nuova sas, la squadra anti-sette.
Il Don Bonaiuto, collaboratore di Don Benzi, sarebbe
un esperto di sette.
Don Benzi ha visto, nel mese di ottobre, smentite dal
tribunale di Pescara le sue affermazioni sul caso
degli "angeli di Sodoma".
Gli imputati sono stati assolti da tutti i reati
elencanti nella trasmissione, dell'ottobre 2002, nella
trasmissione "Porta a Porta". Durante la trasmissione
Don Benzi venne pubblicamente smentito dalla polizia.
Don Benzi aveva affermato che venti bambini ogni anno
venivano sacrificati a satana.
Sotto vi riporto una notizia che riguarda il don
Bonaiuto, non sappiamo come la vicenda si sia
conclusa. sappiamo che questa notizia è rimasta
confinata sulle pagine di un giornale locale. Lo
stesso trattamento non è stato certo riservato agli
inventanti "satanisti" di Pescara.
saluti.
francesco scanagatta
-------------------------
http://italy.indymedia.org/news/2006/04/1040042_comment.php

un prete pedofilo impegnato contro il male
by kloro al klero Friday, Apr. 07, 2006 at 11:13 AM
mail:

Venerdi 27/06/2003
Pedofilia, don Aldo Bonaiuto:' Credo nella giustizia'
Il religioso, responsabile della comunità Papa
Giovanni XXII e braccio destro di don Oreste Benzi, è
accusato da un bimbo di 5 anni per presunta violenza
sessuale
Don Aldo Bonaiuti è indagato per presunta violenza
sessuale nei confronti di un bimbo di 5 anni (609/bis
del codice penale forma più lieve). Sul braccio destro
di Don Oreste Benzi, e prete responsabile della
comunità di Papa Giovanni XIII di Fabriano c'è un
accusa infamante.
Il religioso, parroco di tre frazioni di Fabriano e
testimonial della Cei nello spot della Cei sull’otto
per mille, ha salvato centinaia di prostitute dalla
strada. Ora sul suo nome c'è l'ombra di un'accusa
pesante .
A chiamarlo in causa sono state le parole di un bimbo
di 5 anni, figlio di una “lucciola” dell’ex Jugoslavia
che don Bonaiuto aveva sottratto dal marciapiede ed
ospitato nella sua casa-famiglia "Papa Giovanni
XXIII".
Secondo quanto ipotizza il pubblico ministero di
Ancona, Marco Pupilli, nella sua richiesta di
incidente probatorio, il bimbo sarebbe stato attirato
dal religioso e da un collaboratore croato del
parroco( di cui non sono state rese note le
generalità), in una stanza e poi molestato.
I fatti si sarebbero verificati fino all'ottobre del
2002, quando il bambino venne trasferito dalla
comunità fabrianese in un'altra struttura sociale. Lì
avrebbe raccontato ai dirigenti del servizio sociale,
le presunte attenzioni da parte di don Bonaiuto e da
un suo collaboratore.
La posizione del bimbo è garantita da un curatore
speciale nominato dall’autorità giudiziaria.
Nel fascicolo aperto dal pm Pupilli, sarebbero state
raccolte decine di disegni del minore, la cui
interpretazione verrà sottoposta ad una perizia
psico-sociologica.
Don Bonaiuto, il parroco inquisito si cela su questa
vicenda infamante in un no comment. Le poche parole
che riusciamo a strappare al religioso sono:"Non avrei
nulla di concreto da dire visto che su alcuni punti
dell’accusa che mi viene imputata sono completamente
all’oscuro. Tutti mi conoscono, sanno cosa faccio e
come vivo e credo fortemente nella giustizia".
Per il legale romano del sacerdote, Daniela De Zordo,
"la notifica dell’atto da parte della procura di
Ancona è stata una bruttissima sorpresa. Tuttavia è
ancora presto per esprimere una qualsiasi replica".
Ma c’è un episodio nel passato di don Aldo Bonaiuti
che merita di esser ricordato. Il parroco cercò di
aiutare la prostituta nigeriana Evelyn Okodua, uccisa
a Senigallia il 26 febbraio del 2000, mettendosi
contro i suoi presunti sfruttatori. Denunciati dalla
polizia, non sono mai stati arrestati. La causa del
delitto della nigeriana fu la volontà di uscire dal
giro della prostituzione , a cui i suoi sfruttatori si
sono opposti ferocemente. Evelyn dieci giorni prima
della sua uccisione chiese aiuto a don Bonaiuto e a
don Benzi. Il suo corpo straziato fu ritrovato in
mezzo ad una sterpata di Passo di Ripe dove si
prostituiva.
Forse quell’accusa infamante di pedofilia potrebbe
essere un segno di ritorsione dei sfruttatori
danneggiati dall’impegno sociale del parroco. E la
procura sta seguendo indagini anche verso questa
ipotesi, quella della malavita organizzata sul racket
delle prostitute.
(tratto da http://www.vivacity.it - scritto da Anna
Germoni)
.

Thursday, December 07, 2006

i fallimenti di Don Benzi

http://www.primadanoi.it/modules/bdnews/article.php?storyid=6134
Angeli di Sodoma: Carbotti condannato, Diodato assolto
Inviato da Redazione
CHIETI. Cade definitivamente ogni accusa sui presunti
ideatori della setta satanica che secondo gli
inquirenti adescava minorenni e si dedicava a riti e
festini macabri a luci rosse. Carbotti è stato
condannato a 9 anni per spaccio di droga e
profanazione di tomba. Diodato assolto «perché il
fatto non sussiste».

«Qualcuno deve pagare per il vergognoso linciaggio
mediatico».
Dopo l’assoluzione con formula piena di Italo Diodato
e la condanna a 9 anni di Gianni Carbotti, per reati
ben diversi da quelli di cui si parlò quando esplose
il caso, Andrea Di Tizio, coordinatore cittadino di
Chieti dei Riformatori Liberali e portavoce del Club
Riformatori Liberali “Enzo Tortora” chiede che si
faccia completa chiarezza sulla vicenda.
«I quattro imputati», ricorda Di Tizio, «due dei quali
assolti perché il fatto non sussiste, sono stati
sbattuti nelle prima pagine dei giornali e nei titoli
dei telegiornali e additati come mostri e facenti
parti della setta satanica “Gli angeli di Sodoma”. Don
Aldo Bonaiuti, il sacerdote che collaborò in qualità
di ‘esperto’ con la Polizia di Pescara, dichiarò su un
giornale locale che erano stati fermati «appena in
tempo» prima che la setta sacrificasse un bambino.
Qualcuno parlò anche di
cannibalismo e scarnificazione di cadavere. Nella
trasmissione ‘Porta a Porta’ di Bruno Vespa vennero
mostrati da don Oreste Benzi oggetti sequestrati in
casa degli imputati allo scopo di dimostrare la loro
devianza. Di tutto questo», continua Di Tizio,
«rimangono due assoluzioni piene e due condanne per
reati diversi da quelli di cui parlarono televisioni e
giornali, oltre a un danno
di immagine difficilmente riparabile frutto di un
linciaggio mediatico indegno».

Giovedì scorso, infatti, il tribunale di Chieti ha
assolto Italo Diodato, 36 anni di Chieti «perché il
fatto non sussiste» e condannato Giovanni Carbotti, 39
anni a 9 anni e 2 mesi di reclusione per spaccio di
droga e profanazione di tomba.

L’INCHIESTA DELL’AUTUNNO DEL 2002

L’inchiesta partì nell’ottobre del 2002 quando la
squadra mobile di Pescara arrestò quattro persone che
secondo gli inquirenti adescavano bambini e
profanavano cimiteri per organizzare macabri festini a
luci rosse.
Secondo l’accusa la sette adescava i minori, per poi
coinvolgerli in riti a base di droga, sesso e
simbolismi satanici, nelle scuole della città e negli
stabilimenti balneari.
I minorenni secondo gli inquirenti venivano adescati,
drogati e sottoposti a riti con atti sessuali. Gli
investigatori ritenevano che durante le cerimonie
venissero utilizzati anche cadaveri, i ragazzi e le
ragazze che cadevano nel giro venivano fotografati e
le loro immagini alimentavano il traffico di materiale
pornografico.
I quattro ( Carbotti, Diodato, il fotografo teatino
Amleto De Cesare assolto con formula piena e il capo
carismatico Gaetano De Carna condannato a 11 mesi per
spaccio di droga) si muovevano ispirati dalla setta
statunitense “Church of Satana” ed erano stati anche
accusati di sequestro di persona, somministrazione di
sostanze stupefacenti, violenza sessuale, traffico di
materiale pornografico, sottrazione e distruzione di
cadaveri.
Nelle abitazioni dei ragazzi vennero sequestrati anche
scheletri e parti di cadaveri.

09/10/2006 12.15
-------------------------------------
da
http://it.groups.yahoo.com/group/paganesimo/message/10881

Ciao
Questi gli argomenti del 7 dicembre 2006 da radio
Gamma 5 in Magia, Stregoneria
e Paganesimo (Fm 94.00 nel
Veneto) e link per avere le registrazioni.

====================================================
2006-12-07---pom.
[2'45"] Quando la storia si ripete, la prima volta è
una tragedia e la seconda
...
La Polizia di Stato ha organizzato la SAS Squadra
anti-sette
http://www.panorama.it/italia/criminalita/articolo/ix1-A020001039185
, esempi di
devastazione sociale ad opera del cristianesimo;
[57'28"] Minacce a Francesco.
http://www.federazionepagana.com/radiopagana/20061207track01.mp3
Bitrate maggiore:
http://www.federazionepagana.com/radiopagana/2006120748track01.mp3

2006-12-07---sera.
Grazie al sostegno degli radioascoltatori Gamma 5 ha
possibilità di continuare a
trasmettere; [1'48"] I cattolici censurano che il
mondo sia diverso da quanto
loro vogliono descrivere; [9'50"] Come si forma la
percezione; [15'20"] Sulla
formazione della percezione e la selezione dei
fenomeni percepiti
http://www.federazionepagana.it/indicepercezione.html
prima parte
http://www.federazionepagana.it/percezione002.html ;
[40'52"] Anche i maiali
piangono di Jeremy Rifkin
http://www.viverevegan.org/media/Rifkin.htm ; [50'58"]
"Combattere i radicali liberi" e il topolino longevo
[57'00"] Speriamo che la
Polizia di Stato decida di chiarire la sua posizione
rispetto a gentaglia come
don Oreste Benzi.
http://www.federazionepagana.com/radiopagana/20061207track02.mp3
Bitrate maggiore:
http://www.federazionepagana.com/radiopagana/2006120748track02.mp3

====================================================

Aggiornato l'archivio trasmissioni 2006
"Magia, Stregoneria e Paganesimo".

Alcune tematiche trattate da Claudio Simeoni e
Francesco Scanagatta
in Radio Gamma 5 (FM94.00 Mhz nel Veneto). Inserendo
48 tra la data
e track avrete la registrazione a bitrate maggiore.

Archivio 2006:
http://www.federazionepagana.com/radiopagana/2006.htm

Index archivi:
http://www.federazionepagana.com/radiopagana/

Ciao
http://www.federazionepagana.it
Da http://it.groups.yahoo.com/group/paganesimo/
Franco Santin