Wednesday, January 16, 2008

Anticlericalismo

dal dizionario pagano di Pietro Trevisan
Anticlericalismo

I pagani moderni sono spesso decisamente anticlericali. Né potrebbe essere altrimenti. Essi non sono contrari al ruolo sacerdotale, poiché anche nel Paganesimo antico, in ogni sua forma, sono sempre stati presenti dei sacerdoti. L’anticlericalismo pagano si fonda solo sull’idea dell’illiceità che il clero cristiano di voglia imporre le sue convinzioni morali e religiose al contesto sociale.

Il pagano moderno avversa ogni ingerenza della Chiesa Cattolica e di ogni chiesa nel pluralismo della società moderna. Sotto un certo punto di vista, non c’è alcuna sostanziale differenza fra l’ateo militante e il pagano: entrambi vogliono che la società moderna si liberi dall’ingerenza dei preti cristiani. Ma la somiglianza si ferma là. Le motivazioni che li spingono sono completamente diverse.

Nella moderna società italiana l’anticlericalismo viene guardato con sospetto e avversione, quasi come se non fosse una lecita espressione della propria libertà di pensiero. Tale e tanta è ancora l’influenza del clero cattolico sulla società italiana, da far considerare come "proibito" qualsiasi atto di aperta e diretta contestazione nei confronti della Chiesa Cattolica e della mentalità che ha diffuso nel paese e nel mondo.

Si può supporre che il Paganesimo moderno continuerà ad essere fortemente anticlericale almeno finché la Chiesa Cattolica continuerà ad esercitare tanta influenza in Italia, a tal punto da far intimidire i politici non appena si presenta la possibilità di mitigare il potere della morale cattolica sul paese.

Solo allora il Paganesimo moderno potrà permettersi di essere meno anticlericale.

No comments: